il flusso

il flusso

Quando una persona, nello svolgere un’attività, è completamente assorbita da questa tanto da dimenticare se stessa, si dice che entra in uno stato di “flusso”: chiarezza di percezione, attenzione, imperturbabilità, elasticità, efficacia e abilità nell’azione.

La natura di questa esperienza è felicemente descritta nella traduzione di Merton di un poema del maestro taoista Chuang Tzu:

Ch’ui l’architetto poteva disegnare a mano libera cerchi più perfetti

che con un compasso.

Le sue dita producevano spontanee forme dal nulla.

La sua mente era nel contempo libera e senza interesse.

Nessuna spinta, nessun impulso, nessun bisogno, nessuna attrazione:

allora le tue faccende sono sotto controllo.

Tu sei un uomo libero.

Con l’augurio di svolgere bene le nostre attività, in uno stato di continua concentrazione, tale da farci dimenticare noi stessi mentre portiamo il bene alle persone che incontriamo.

Gli Amici della Scuola di Meditazione